GSK Infettivologia
Forum Infettivologico
Xagena Mappa
Xagena Newsletter

Batteriemia monomicrobica da Pseudomonas aeruginosa: alta sensibilità ai fluorochinoloni


Ricercatori della Mayo Clinic a Rochester, negli Stati Uniti, hanno compiuto un’indagine retrospettiva con l’obiettivo da determinare l’incidenza di betteriemia da Pseudomonas aeruginosa, utilizzando i dati del Rochester Epidemiology Project of Olmsted County, nel periodo 1997-2006.

L’incidenza, aggiustata per l’età, per 100.000 persone-anno è risultata pari a 10.8 negli uomini e 3.7 nelle donne per la batteriemia totale da Pseudomonas aeruginosa, e 8.4 negli uomini e 2.5 nelle donne per batteriemia monomicrobica da Pseudomonas aeruginosa.

Non è stato riscontrato nessun significativo cambiamento nell’incidenza di batteriemia totale da Pseudomonas aeruginosa nel corso degli ultimi 10 anni.

L’incidenza è aumentata esponenzialmente con l’età, con una crescita maggiore negli uomini, rispetto alle donne per la batteriemia totale e monomicrobica da Pseudomonas aeruginosa ( p=0.007 e p=0.015, rispettivamente ).

Nei pazienti con batteriemia monomicrobica da Pseudomonas aeruginosa, l’età mediana era di 69 anni, e il 78.4% dei casi era nosocomiale o associata alla cura della salute.

La maggior parte dei pazienti presentava condizioni comorbide multiple.

Il tratto urinario ha rappresentato la principale fonte più comune di infezione.

La mortalità per tutte le cause a 28 giorni dovuta alla batteriemia monomicrobica da Pseudomonas aeruginosa è stata del 25.5%.

In vitro la sensibilità alla Ciprofloxacina ( Ciproxin ) è stata del 95.3%. ( Xagena2008 )

Al-Hasan MN et al, Am J Med 2008; 121: 702-708


Inf2008 Farma2008


Indietro