Gsk Infettivologia
Xagena Mappa
Xagena Newsletter
OncologiaMedica.net

Bezlotoxumab per la prevenzione delle recidive di infezione da Clostridium difficile


Clostridium difficile è la causa più comune di diarrea infettiva nei pazienti ospedalizzati. Le recidive sono comuni dopo la terapia antibiotica.
Actoxumab e Bezlotoxumab ( Zimplava ) sono anticorpi monoclonali umani, rispettivamente, contro le tossine A e B di Clostridium difficile.

Sono stati condotti due studi in doppio cieco, randomizzati, controllati con placebo, di fase 3, MODIFY I e MODIFY II, coinvolgendo 2.655 adulti trattati con antibiotici orali standard di cura per infezione da Clostridium difficile, primaria o ricorrente.
I partecipanti hanno ricevuto una infusione di Bezlotoxumab ( 10 mg per kg di peso corporeo ), Actoxumab più Bezlotoxumab ( 10 mg per kg ciascuno ), oppure placebo; Actoxumab da solo ( 10 mg per kg ) è stato somministrato in MODIFY I ma è stato interrotto dopo una analisi ad interim pianificata.

L'endpoint primario era rappresentato dalla infezione ricorrente ( nuovo episodio dopo la cura clinica iniziale ) entro 12 settimane dalla infusione nella popolazione intention-to-treat modificata.

In entrambi gli studi, il tasso di recidiva di infezione da Clostridium difficile è stato significativamente inferiore con Bezlotoxumab da solo che con placebo ( MODIFY I: 17%, 67 su 386, vs 28%, 109 su 395; differenza aggiustata, -10.1 punti percentuali; P minore di 0.001; MODIFY II: 16%, 62 su 395, vs 26%, 97 su 378; differenza aggiustata, -9.9 punti percentuali; P minore di 0.001 ) ed è stato significativamente inferiore con Actoxumab più Bezlotoxumab che con placebo ( MODIFY I: 16%, 61 su 383, vs 28%, 109 su 395; differenza aggiustata, -11.6 punti percentuali; P minore di 0.001; MODIFY II: 15%, 58 su 390, vs 26%, 97 su 378; differenza aggiustata, -10.7 punti percentuali; P minore di 0.001 ).

Nelle analisi di sottogruppo prespecificate, i tassi di infezioni ricorrenti sono stati inferiori in entrambi i gruppi che hanno ricevuto Bezlotoxumab rispetto al gruppo placebo in sottopopolazioni ad alto rischio per infezioni ricorrenti o per esito sfavorevole.

I tassi di guarigione clinica iniziale sono stati 80% con il solo Bezlotoxumab, 73% con Actoxumab più Bezlotoxumab, e 80% con il placebo; i tassi di guarigione sostenuta ( guarigione clinica iniziale senza infezioni ricorrenti in 12 settimane ) sono stati, rispettivamente, pari a 64%, 58% e 54%.

I tassi di eventi avversi sono stati simili tra questi gruppi; gli eventi più comuni sono stati diarrea e nausea.

In conclusione, tra i partecipanti che hanno ricevuto un trattamento antibiotico per infezione da Clostridium difficile, primaria o ricorrente, Bezlotoxumab è stato associato con un tasso sostanzialmente inferiore di infezioni ricorrenti rispetto al placebo e ha avuto un profilo di sicurezza simile a quello del placebo.
L'aggiunta di Actoxumab non ha migliorato l'efficacia. ( Xagena2017 )

Wilcox MH et al, N Engl J Med 2017; 376: 305-317

Inf2017 Farma2017


Indietro