Gsk Infettivologia
Xagena Mappa
Xagena Newsletter
OncologiaMedica.net

Moxifloxacina come potenziale terapia per le infezioni urogenitali da micoplasma o clamidia


L’attività della Moxifloxacina ( Avalox ) è stata confrontata con quella di altri farmaci antimicrobici contro 54 ceppi di Ureaplasma spp, 54 ceppi di Mycoplasma hominis, 14 ceppi di Mycoplasma genitalium, e 44 ceppi di Chlamydia trachomatis.

La Moxifloxacina ha inibito il 90% di tutti gli isolati ad una concentrazione minore o uguale a 1 mg/L, risultando l’antibatterico più attivo nei confronti della Chlamydia trachomatis e condividendo la più alta attività con la Garenoxacina e Gemifloxacina ( Factive ) contro i micoplasmi.

La Moxifloxacina ha ucciso i 30 isolati di micoplasma saggiati ad una concentrazione minore o uguale a 1 mg/L, ad eccezione di quelli resistenti al fluorochinolone.

La Moxifloxacina può rappresentare una potenziale terapia per le infezioni urogenitali da micoplasma o da clamidia. ( Xagena2008 )

Bebear CM et al, Clin Microbiol Inf 2008 ; 14 : 801-805


Inf2008 Farma2008 Uro2008


Indietro