Sinusiti Mascellari Odontogene
Sinusite
GSK Infettivologia
Forum Infettivologico

Prognosi dopo infezione da virus del Nilo Occidentale


La prognosi nel lungo periodo dei pazienti infettati con il virus del Nilo Occidentale non è nota.

L’obiettivo di uno studio longitudinale di coorte, è stato quello di descrivere i pattern della funzione fisica e mentale dopo infezione da virus del Nilo Occidentale e di determinare i fattori associati alla guarigione.

Hanno partecipato allo studio 156 persone con infezione del virus del Nilo Occidentale. Sono stati misurati i punteggi relativi a caratteristiche fisiche e mentali, depressione, ansia, stress e fatigue, utilizzando le scale Physical Component Summary e Mental Component Summary del Short Form-36, Depression Anxiety Stress Scale, e Fatigue Severity Scale.

Le funzioni fisiche e mentali, come anche l’umore e la fatigue, sono apparse ritornare alla normalità entro 1 anno dall’esordio dei sintomi.

I soggetti con malattia neuroinvasiva hanno impiegato un tempo maggiore per guarire.

La guarigione massima prevista o la percentuale di guarigione non differivano tra i partecipanti con meningoencefalite e quelli con encefalite.

La mancanza di condizioni preesistenti di comorbidità era associata ad una più veloce guarigione della funzione fisica, mentre la mancanza di condizioni di comorbidità e il sesso maschile erano associati ad un più rapido recupero della funzione mentale.

Le analisi hanno escluso 7 pazienti che sono morti subito dopo la diagnosi, in tal modo la prognosi stimata dello studio è risultata superottimistica.
Inoltre, la valutazione della guarigione era relativa alla popolazione statunitense, non ai livelli funzionali dei partecipanti prima dell’infezione da virus del Nilo Occidentale.

In conclusione gli outcome ( esiti ) fisici e mentali misurati sembrano normalizzarsi approssimativamente entro 1 anno nei pazienti infettati dal virus del Nilo Occidentale. Condizioni di comorbidità preesistenti sono risultate associate a tempi più lunghi di guarigione. ( Xagena2008 )

Loeb M et al, Ann Intern Med 2008; 149: 232-241

Inf2008


Indietro