Gsk Infettivologia
Xagena Mappa
Xagena Newsletter
OncologiaMedica.net

Tubercolosi: la Rifampicina ad alto dosaggio sembra essere sicura


Nel trattamento della tubercolosi, un aumento della dose standard di Rifampicina appare essere sicuro, ben tollerato, e forse più efficace.

La riduzione delle unità che formano colonie di Mycobacterium tuberculosis su terreno solido nell’arco di 14 giorni è risultata dose-correlata.
La massima riduzione è stata osservata con 35 mg/kg di Rifampicina: un calo di 0.25 log, statisticamente significativo ( p inferiore a 0.05 ).

La Rifampicina ( in Italia: Rifadin ) è stata approvata nel trattamento della tubercolosi nel 1971; tuttavia, finora, non era stata determinata la dose massima tollerata.

Lo studio ha preso avvio dall’ipotesi che il dosaggio di 10 mg/kg di Rifampicina sia troppo basso. Sono state valutate, pertanto, dosi più elevate del farmaco, nella speranza che il dosaggio tollerato più elevato potesse portare a trattamenti di più breve durata.

Dopo soli 14 giorni di trattamento, 8 pazienti su 14 trattati con 35 mg/kg di Rifampicina hanno presentato colture negative. Sei dei 15 pazienti trattati con 20 mg/kg hanno raggiunto la negativizzazione delle colture; nessun paziente dei 14 che sono stati trattati con 25 mg/kg ha raggiunto colture negative, e 2 su 14 pazienti trattati con una dose di 30 mg/kg hanno presentato la negativizzazione delle colture.

Sono stati riscontrati 4 eventi avversi di grado 3; tre di questi sono stati ritenuti probabilmente correlati al farmaco. Non ci sono stati eventi di grado 4 o 5.
Solo uno degli eventi di grado 3, probabilmente correlato alla Rifampicina, si è manifestato in un paziente che aveva assunto il dosaggio di 35 mg/kg. ( Xagena2013 )

Fonte: Conference on Retroviruses and Opportunistic Infections ( CROI ), 2013


Inf2013 Pneumo2013 Farma2013


Indietro