Forum Infettivologico
GSK Infettivologia
Xagena Mappa
Xagena Newsletter

Antibiotici: riduzione delle indicazioni e controindicazioni per Ketek


Sanofi-Aventis ha inviato una comunicazione agli Healthcare Professional riguardo all’antibiotico Ketek ( Telitromicina ).

Alla scheda tecnica del prodotto è stato aggiunto un boxed warning e la controindicazione per i pazienti con miastenia gravis.
Inoltre, sono state tolte dalla scheda tecnica di Ketek le indicazioni per il trattamento dell’esacerbazione acuta della bronchite cronica e per la sinusite batterica acuta.

Queste revisioni sono state discusse con l’FDA ( Food and Drug Administration ) e riprendono le raccomandazioni dell’Advisory Committee.

Ketek continua ad essere indicato nel trattamento della polmonite acquisita in comunità di lieve – moderata gravità dovuta a Streptococcus pneumoniae, Haemophilus influenzae, Moraxella catarrhalis, Chlamydophila pneumoniae, oppure Mycoplasma pneumoniae, per i pazienti d’età superiore ai 18 anni.

Sanofi-Aventis ha raccomandato agli Healthcare Professional di informare e discutere con i propri pazienti riguardo alle tossicità che si possono riscontrare con l’impiego dell’antibiotico Ketek: esacerbazione della miastenia gravis, epatotossicità, disturbi visivi e perdita di conoscenza.

Miastenia gravis
Ketek è controindicato nei pazienti affetti da miastenia gravis. Sono stati riportati casi fatali di insufficienza respiratoria minacciante la vita nei pazienti con miastenia gravis a cui è stato somministrato Ketek.
Inoltre sono stati segnalati casi di esacerbazione della miastenia gravis dopo somministrazione della Telitromicina.

Disturbi visivi e sincope
Ketek può causare disturbi visivi soprattutto nel rallentare la capacità di accomodamento.

I disturbi visivi associati all’impiego della Telitromicina comprendono: visione offuscata, difficoltà nella focalizzazione, diplopia.

Sono stati riportati casi di perdita transitoria della conoscenza, tra cui alcuni casi associati alla sindrome vagale.
I pazienti che assumono Ketek, per i possibili disturbi visivi e per la perdita di conoscenza, dovrebbero ridurre al minimo le attività che richiedono attenzione, come la guida di veicoli a motore oppure di macchine pesanti.

Tossicità epatica
Insufficienza epatica acuta e grave danno epatico, in alcuni casi fatale, è stato riportato nei pazienti trattati con Ketek.

La somministrazione di Telitromicina può causare epatite fulminante e necrosi epatica, con necessità del trapianto di fegato.
In alcuni casi, il danno epatico progredisce rapidamente.

I medici dovrebbero tenere sotto osservazione i pazienti ed alla comparsa dei primi segni o sintomi di epatite ( senso di fatica, malessere, anoressia, nausea, itterizia, bilirubinemia, feci alcoliche, dolorabilità al tatto o epatomegalia ), interrompere la somministrazione di Ketek ed effettuare test di funzionalità epatica.

In caso di presentazione di epatite o di aumento dei livelli di transaminasi, Ketek dovrebbe essere interrotto in modo permanente. ( Xagena2007 )

Fonte: FDA, 2007

Inf2007 Farma2007

XagenaFarmaci_2007



Indietro