Sinusite
GSK Infettivologia
Forum Infettivologico
Sinusiti Mascellari Odontogene

Infezioni da COVID-19 negli operatori sanitari vaccinati


Nonostante l'elevata efficacia del vaccino a RNA messaggero ( mRNA ) BNT162b2 ( Pfizer - BioNTech ) contro il virus SARS-CoV-2, sono state segnalate rare infezioni breakthrough ( post-vaccino ), comprese le infezioni tra gli operatori sanitari.
Sono necessari dati per caratterizzare queste infezioni e definire le correlazioni tra innovazione e infettività.

Nel più grande Centro medico in Israele, sono state identificate le infezioni di persone vaccinate eseguendo valutazioni approfondite degli operatori sanitari che erano sintomatici ( compresi sintomi lievi ) o che erano stati esposti a infezioni note.

Queste valutazioni includevano indagini epidemiologiche, test ripetuti della reazione a catena della polimerasi - trascrittasi inversa ( RT-PCR ), test diagnostici rapidi di rilevamento dell'antigene ( Ag-RDT ), test sierologici e sequenziamento genomico.
I correlati dell'infezione dei vaccinati sono stati valutati in un'analisi caso-controllo.

Sono stati abbinati i pazienti con infezione da vaccinati che avevano titoli anticorpali ottenuti entro una settimana prima del rilevamento di SARS-CoV-2 ( periodo di perinfezione ) con 4-5 controlli non-infetti.

Tra 1.497 operatori sanitari completamente vaccinati per i quali erano disponibili dati RT-PCR, sono state documentate 39 infezioni da SARS-CoV-2.
I titoli anticorpali neutralizzanti nei pazienti durante il periodo peri-infezione erano inferiori a quelli dei controlli non-infetti abbinati ( rapporto caso-controllo, 0.361 ).

Titoli di anticorpi neutralizzanti peri-infezione più elevati erano associati a una minore infettività ( valori Ct [ soglia di ciclo ] più elevati ).

La maggior parte dei casi di infezione di persone vaccinate era lieve o asintomatica, sebbene il 19% avesse sintomi persistenti ( più di 6 settimane ).

La variante B.1.1.7 ( alfa ) è stata trovata nell'85% dei campioni testati.

In totale il 74% dei pazienti ha avuto un'elevata carica virale ( valore Ct inferiore a 30 ) a un certo punto durante l'infezione; tuttavia, di questi pazienti, solo 17 ( 59% ) hanno avuto un risultato positivo al test Ag-RDT, concomitante.
Non sono state documentate infezioni secondarie.

Tra gli operatori sanitari completamente vaccinati, l'insorgenza di infezioni da SARS-CoV-2 è stata correlata a titoli anticorpali neutralizzanti durante il periodo di peri-infezione.
La maggior parte di queste infezioni sono state lievi o asintomatiche, sebbene si siano verificati sintomi persistenti. ( Xagena2021 )

Bergwerk M et al, N Engl J Med 2021; 385: 1474-1484

Inf2021 Vac2021 Farma2021


Indietro