Gsk Infettivologia
Xagena Mappa
Xagena Newsletter
OncologiaMedica.net

Ministero della Salute: influenza da virus A/H1N1


La nuova influenza A/H1N1 è un infezione virale acuta dell’apparato respiratorio con sintomi fondamentalmente simili a quelli classici dell’influenza: febbre ad esordio rapido, tosse, mal di gola, malessere generale.
Come per l’influenza classica sono possibili complicanze gravi, come la polmonite, ad esito talora mortale. I primi casi di questa nuova influenza umana da virus A/H1N1 sono stati legati a contatti ravvicinati tra maiali e uomo; il nuovo virus A/H1N1 è infatti un virus di derivazione suina. Nell’uomo infezioni da virus influenzali suini sono state riscontrate occasionalmente fin dagli anni 50 e sono legati ad esposizione e contatti ravvicinati ( 1-2 metri ) con suini, ma il nuovo virus A/H1N1 si è ora adattato all’uomo ed è diventato trasmissibile da persona a persona.

L’influenza non viene trasmessa attraverso il cibo e non esiste alcun rischio di infezione attraverso il consumo di carne suina cotta o prodotti a base di carne suina. Trattandosi di un nuovo virus influenzale, la vaccinazione con i tradizionali vaccini antinfluenzali ( vaccini stagionali ) appare non efficace; la vaccinazione contro l’influenza classica viene comunque raccomandata in caso di viaggi.

Quando virus influenzali di differenti specie animali infettano i suini, i virus possono andare incontro a fenomeni di riassorbimento e sviluppo di nuovi virus che sono un mix di virus umani/aviari/suini.
Nel corso degli anni, sono emerse diverse varianti di virus influenzali suini; al momento, nei maiali sono stati identificati 4 sottotipi principali di virus influenzali di tipo A: H1N1, H1N2, H3N2, and H3N1. Comunque, la maggior parte dei virus isolati recentemente nei maiali sono stati H1N1


Sintomi della nuova influenza umana da virus A/H1N1

I sintomi della nuova influenza umana da virus A/H1N1 sono simili a quelli della classica influenza stagionale e comprendono: febbre, sonnolenza, perdita d'appetito, tosse. Alcune persone hanno manifestato anche raffreddore, mal di gola, nausea, vomito e diarrea.

Gravità dell'influenza da virus A/H1N1 nell'uomo

Come l'influenza stagionale, l'influenza da virus influenzale A/H1N1 nell'uomo può presentarsi in forma lieve o grave. Come l'influenza stagionale, può causare un peggioramento di patologie croniche pre-esistenti e in passato sono stati segnalati casi di gravi complicanze ( polmonite ed insufficienza respiratoria ) e decessi associati ad infezione da virus A/H1N1.

Trasmissione della nuova influenza umana

La trasmissione da uomo a uomo del virus dell'influenza si può verificare per via aerea attraverso le gocce di saliva di chi tossisce o starnutisce, ma anche per via indiretta attraverso il contatto con mani contaminate dalle secrezioni respiratorie. Per questo una buona igiene delle mani e delle secrezioni respiratorie è essenziale nel limitare la diffusione dell'influenza.
Le persone con influenza umana da nuovo virus A/H1N1 sono da considerare potenzialmente contagiose per tutto il periodo in cui manifestano sintomi, generalmente per 7 giorni dall’inizio della sintomatologia, più il giorno che precede l'insorgenza dei sintomi. I bambini, specialmente quelli più piccoli, possono potenzialmente diffondere il virus per periodi più lunghi.

Protezione nei confronti dell’influenza umana da nuovo virus A/H1N1

In questo momento non esiste alcun vaccino che risulti efficace contro l’influenza da virus A/H1N1; ci sono tuttavia azioni comuni che aiutano a prevenire la diffusione di germi che causano infezioni respiratorie come l’influenza:

a) coprire con un fazzoletto naso e bocca quando si starnutisce e gettare il fazzoletto nella spazzatura dopo averlo usato;

b) lavare spesso le mani con acqua e sapone specialmente dopo avere tossito o starnutito e dopo aver frequentato luoghi pubblici; sono utili ed efficaci anche detergenti per le mani a basi di alcol;

c) cercare di evitare contatti con persone malate;

d) in caso di influenza, rimanere a casa e limitare i contatti con altre persone per evitare di infettarle evitare di toccare occhi, naso e bocca perché i germi si diffondono proprio in questo modo

Diagnosi dell'infezione da virus influenzale A/H1N1 nell'uomo

Per la diagnosi dell’influenza da virus A/H1N1 è necessario raccogliere un campione di secrezioni respiratorie ( tampone nasale o faringeo ) entro i primi 4 – 5 giorni dall'inizio dei sintomi ( quando è maggiormente probabile che la persona elimini i virus ). Comunque, alcune persone e in particolar modo i bambini possono eliminare il virus influenzale per 10 giorni e più. L'identificazione del virus richiede l'invio del campione da parte del medico ad un laboratorio di riferimento.

Farmaci per il trattamento delle infezioni da virus influenzale A/H1N1 nell'uomo

Sono disponibili diversi tipi di farmaci antivirali per il trattamento dell'influenza: Amantadina, Rimantadina, Oseltamivir e Zanamivir. Mentre la maggior parte dei virus si sono rivelati suscettibili a tutti e quattro i farmaci, il nuovo virus influenzale è risultato resistente alla Amantadina e alla Rimantadina; pertanto solo Oseltamivir e Zanamivir sono raccomandati per il trattamento della nuova influenza. ( Xagena2009 )

Fonte: Ministero della Salute, 2009


Inf2009



Indietro