Gsk Infettivologia
Xagena Mappa
Xagena Newsletter
OncologiaMedica.net

Singola dose di Primachina per la clearance dei gametociti di Plasmodium falciparum in bambini con malaria non-complicata


La Primachina è il solo farmaco disponibile per l’eliminazione dei gametociti maturi del Plasmodium falciparum in ospiti umani infettati, interrompendo il ciclo di trasmissione della malaria.

Tuttavia, dubbi circa l’emolisi dose-dipendente in persone con carenze di glucosio-6-fosfato deidrogenasi ( G6PD ) ne hanno limitato l’utilizzo.

Uno studio ha valutato l’associazione dose-risposta di una singola dose di Primachina per la clearance dei gametociti e per la sicurezza nella malaria da Plasmodium falciparum.

Lo studio randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo e a 4 gruppi paralleli è stato condotto nel distretto di Jinja, in Uganda.

Bambini di età compresa tra 1 e 10 anni con malaria da falciparum non-complicata e funzione enzimatica normale di G6PD sono stati assegnati in maniera casuale a ricevere Artemeter -Lumefantrina, in combinazione con placebo o con 0.1 mg/kg, 0.4 mg/kg o 0.75 mg/kg ( dose di riferimento OMS ) di Primachina.

L’endpoint primario di efficacia era la non-inferiorità della durata media della presenza di gametociti nelle dosi valutate rispetto al gruppo di riferimento di 0.75 mg di Primachina per kg, con un margine di non-inferiorità di 2.5 giorni.

L’endpoint primario di sicurezza era la superiorità della media aritmetica della diminuzione massima nella concentrazione di emoglobina dall’arruolamento al giorno 28 del follow-up nei gruppi di trattamento con Primachina rispetto al gruppo placebo, utilizzando un test di significatività a confronti appaiati con un cutoff di p=0.05.

In totale, 468 partecipanti sono stati assegnati a ricevere Artemether -Lumefantrina in combinazione con placebo ( 119 bambini ) o con 0.1 mg/kg ( 116 ), 0.4 mg/kg ( 116 ) o 0.75 mg/kg ( 117 ) di Primachina.

La durata media della presenza di gametociti è stata di 6.6 giorni nel gruppo di riferimento 0.75 mg/kg, 6.3 giorni nel gruppo Primachina 0.4 mg/kg ( p=0.74 ), 8.0 giorni nel gruppo Primachina 0.1 mg/kg ( p=0.14 ) e 12.4 giorni nel gruppo placebo ( p inferiore a 0.0001 ).

Nessun bambino ha mostrato segni di emolisi legata al trattamento e la diminuzione massima media nella concentrazione di emoglobina non è risultata associata alla dose di Primachina ricevuto – non ha mostrato differenze significative rispetto al placebo ( 10.7 g/L ) nel gruppo Primachina 0.1 mg/kg ( 11.4 g/L, 9.4; p=0.61 ), 0.4 mg/kg ( 11.3 g/L, 10.0; p=0.67 ) oppure 0.75 mg/kg ( 12.7 g/L, 8.2; p=0.11 ).

In conclusione, il trattamento con Primachina 0.4 mg/kg ha mostrato un’efficacia gametocida simile alla dose di riferimento di 0.75 mg/kg, ma una dose di 0.1 mg/kg ha portato a risultati non-conclusivi in termini di non-inferiorità.

Queste osservazioni hanno messo in luce la necessità di ulteriori studi sulla efficacia e la sicurezza di dosi di Primachina comprese tra 0.1 mg/kg e 0.4 mg/kg ( inclusa la dose di 0.25 mg/kg recentemente raccomandata da OMS ), in previsione di utilizzo potenziale ad ampia diffusione del farmaco per bloccare la trasmissione della malaria. ( Xagena )

Eziefula AC et al, Lancet Infect Dis 2014; 14: 130-139

Inf2014 Pedia2014 Farma2014


Indietro