Xagena Mappa
Xagena Newsletter
OncologiaMedica.net
Medical Meeting

Tipranavir nel trattamento dei pazienti adulti con resistenza multipla agli inibitori delle proteasi


Tipranavir ( Aptivus ) è un nuovo inibitore non-peptidico della proteasi.

Nel corso del 3rd IAS Conference on HIV Pathogenesis and Treatment sono stati presentati dati che hanno confermato che il Tipranavir, associato ad un basso dosaggio di Ritonavir, rappresenta un’efficace opzione terapeutica nei pazienti adulti infettati dal virus HIV.

I dati degli studi clinici RESIST hanno indicato che nei pazienti che hanno sperimentato un trattamento antivirale il Tipranavir fornisce una superiore riduzione del carico virale ed un maggior incremento della conta delle cellule CD4+ rispetto ad altri regimi terapeutici, comprendenti: Kaletra ( Lopinavir/Ritonavir ), combinazione boosted di Amprenavir ( Agenerase ) e Ritonavir oppure Invirase ( Saquinavir ).

Gli studi RESIST di fase III hanno esaminato la sicurezza e l’efficacia di una combinazione di Tipranavir ( boosted ) e Ritonavir versus una combinazione di un altro inibitore della proteasi ( boosted ) ( Lopinavir, Amprenavir, Saquinavir ) e Ritonavir.

Negli studi RESIST, condotti su 1483 pazienti, il regime terapeutico comprendente Tipranavir ha portato ad una maggiore riduzione, a 24 settimane, del carico virale ed a un maggior aumento delle cellule CD4+ rispetto agli altri inibitori della proteasi.

Ulteriori sotto-analisi hanno trovato che:

- I pazienti che hanno ricevuto la combinazione di Tipranavir e Ritonavir hanno presentato una riduzione superiore a 2 volte del carico virale ed un aumento superiore a 5 volte delle cellule CD4+ rispetto ai pazienti che hanno ricevuto la combinazione Lopinavir/Ritonavir.

- I pazienti che hanno assunto Tipranavir/Ritonavir hanno presentato una riduzione del carico virale superiore a 5 volte ed un aumento delle cellule CD4+ superiore a 3 volte rispetto ai pazienti che hanno assunto Saquinavir/Ritonavir.

- I pazienti che hanno ricevuto Tipranavir/Ritonavir hanno ottenuto una riduzione superiore a 6 volte del carico virale rispetto ai pazienti trattati con Amprenavir/Ritonavir.
Il trattamento con Amprenavir/Ritonavir non ha mostrato alcun aumento delle cellule CD4+.

In un sottogruppo di pazienti che hanno preso parte agli studi RESIST è stato osservato che l’efficacia del Tipranavir risultava aumentata quando era co-somministrato con Enfuvirtide ( Fuzeon ).

La maggioranza dei pazienti ( 70% ), che non avevano mai ricevuto Enfuvirtide prima, e che sono stati trattati aggiungendo alla combinazione Tipranavir/Ritonavir anche l’Enfuvirtide, hanno raggiunto una risposta terapeutica contro il 28% dei pazienti trattati con Enfuvirtide e la combinazione Lopinavir/Ritonavir.( Xagena2005 )

Fonte: Boehringer-Ingelheim, 2005

Inf2005 Farma2005


Indietro