Forum Infettivologico
GSK Infettivologia
Xagena Mappa
Xagena Newsletter

Un vaccino contro il virus della SARS ?


27 Aprile 2003

In Cina e nel Sud Est asiatico l’epidemia di SARS continua a mietere vittime.
In Cina il numero dei morti è salito a 131. Ad Hong Kong sono state registrati altri 12 morti, portando il totale a 133.
A Taiwan c’è stato il primo morto.

L’OMS ha fatto rilevare che non ci sono state più segnalazione di casi di SARS in Vietnam sin dall’8 di aprile, sottolineando che l’epidemia può essere contenuta.

La percentuale di mortalità della SARS è salita al 6% , dal 3,5% iniziale.

Riguardo alla modalità di trasmissione si ritiene che nella maggior parte dei casi l’infezione venga trasmessa mediante un contatto faccia a faccia tramite secrezioni respiratorie.
Il fatto che con la metodica PCR sia stato individuato RNA virale nelle feci fa ipotizzare che ci sia anche una diffusione oro-fecale.

In assenza di test validati è ancora difficile , tuttavia , fare diagnosi di SARS.
Negli USA ad esempio 7 dei 13 casi di SARS sono risultati negativi ai test virologici.

I CDC ( Centers for Disease Control and Prevention ) stanno mettendo a punto un test basato sulla PCR ( polymerase chain reaction ) per l’individuazione del Coronavirus associato alla SARS.
Il test sarà pronto verso la metà di maggio tuttavia il test non è specifico e potrebbe dare dei “falsi positivi��?.
Inoltre i CDC ed i laboratori partecipanti al “Laboratory Response Network��? stanno lavorando allo sviluppo di test basati su anticorpi.

Il Coronavirus associato alla SARS è un virus a RNA , a singolo filamento.
Questi virus hanno una propensione alle mutazioni, rendendo difficile la messa a punto di un vaccino.

L’OMS ha programmato per il 17-18 giugno 2003 un “ Meeting on SARS ��?, con l’obiettivo di fare il punto sull’epidemiologia, sulla diagnosi e sulla terapia della Sindrome Respiratoria Acuta Grave. Verranno inoltre discusse le strategie per il controllo dell’epidemia. ( Xagena2003 )


Inf2003


Indietro