Neurologia
OncoGinecologia.net
Reumatologia
Ematologia.net

Epidemia da un ceppo di enterovirus D68 associato a gravi casi di mielite flaccida negli Stati Uniti


L’enterovirus D68 ( EV-D68 ) è stato implicato in un focolaio diffuso di gravi malattie respiratorie negli Stati Uniti nel 2014 ed è anche stato riportato sporadicamente in pazienti con mielite flaccida acuta.

E’ stata indagata l'associazione tra infezione da enterovirus D68 e mielite flaccida acuta durante l'epidemia respiratoria da enterovirus D68 negli Stati Uniti nel corso del 2014.

I pazienti affetti da mielite flaccida acuta che si sono presentati in due ospedali in Colorado e California ( Stati Uniti ) tra il 2013 e il 2014, sono stati inclusi nello studio.
Ulteriori casi individuati sono stati forniti dal California Department of Public Health.

È stata studiata la causa di questi casi mediante sequenziamento metagenomico di nuova generazione, recupero del genoma virale, e analisi filogenetica dell’enterovirus D68.
Sono stati confrontati i pazienti con mielite flaccida acuta positivi per enterovirus D68 con quelli con mielite flaccida acuta ma negativi per enterovirus D68 utilizzando il test esatto di Fisher a due code, t test a due campioni non-appaiati e test U di Mann-Whitney.

Sono stati inclusi 48 pazienti: 25 con mielite flaccida acuta, 2 con encefalite associata a enterovirus, 5 con malattie respiratorie associate a enterovirus-D68 e 16 con meningite asettica o encefalite che sono risultati positivi per l’enterovirus.

L’enterovirus D68 è stato rilevato nelle secrezioni respiratorie di 7 pazienti su 11 ( 64% ) comprendendo due cluster di mielite flaccida acuta temporalmente e geograficamente legati al culmine dell’epidemia del 2014, e in 12 pazienti su 25 ( 48% ) con mielite flaccida acuta globalmente.

L'analisi filogenetica ha rivelato che tutte le sequenze di enterovirus D68 associate alla mielite flaccida acuta erano raggruppate in un ceppo clade B1 emerso nel 2010. Di 6 polimorfismi di codifica nella poliproteina enterovirus D68 clade B1, 5 erano presenti nel poliovirus neuropatogeno o enterovirus D70, o entrambi.

Un bambino con mielite flaccida acuta e un fratello con solo malattia delle vie respiratorie superiori sono stati entrambi infettati da ceppi di enterovirus D68 identici.

La viremia da enterovirus D68 è stata identificata in un bambino con progressione neurologica acuta della sua malattia paralitica.

Il sequenziamento profondo metagenomico di liquido cerebrospinale di 14 pazienti con mielite flaccida acuta non ha rivelato evidenze di una causa infettiva alternativa a enterovirus D68.

Questi risultati rafforzano l'associazione tra enterovirus D68 e mielite flaccida acuta e la tesi secondo cui la mielite flaccida acuta sia una rara ma grave manifestazione clinica di infezione da enterovirus D68 in ospiti sensibili. ( Xagena2015 )

Greninger AL et al, Lancet 2015; 15: 671-682

Inf2015 Neuro2015



Indietro